Al Fortis Member Apulia Libera Università fa tappa l’Agenda per il Lavoro della Regione Puglia

L’Apulia Libera Università, Fortis Member del Parco Culturale Gruppo Fortis, mercoledì 29 giugno, ha ospitato l’ottava tappa dell’Agenda per il Lavoro della Regione Puglia. Nella cornice della storica Masseria Notarangelo, la sua sede accreditata per il coworking, si è svolta l’iniziativa creata in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche Attive del lavoro, istruzione e formazione (ARTI) e voluta dall’Assessore all’Istruzione, Formazione Lavoro Sebastiano Leo. Formazione, nuove competenze, sistema e lavoro; inclusione socio lavorativa per disabili, immigrati e donne: terzo settore, sostegno, opportunità; favorire l’occupazione dei settori in crescita, autoimprenditorialità e territorio: questi gli argomenti al centro dei tavoli tematici, che hanno visto professionisti di varia natura confrontarsi nel corso delle attività di workshop, alla ricerca di idee innovative che possano trasformarsi in proposte utili e originali per il futuro della Regione Puglia, in nuove strade da perseguire. L’appuntamento ha avuto inizio con la registrazione dei circa sessanta partecipanti, professionisti provenienti da varie zone della Puglia. I lavori sono stati aperti con i saluti istituzionali del sindaco della Città di Fasano, Francesco Zaccaria; di Gianfranco Bianchi, referente dell’Apulia Libera Università; Silvia Pellegrini, Direttore del Dipartimento Politiche del lavoro, Istruzione e Formazione della Regione Puglia; Giuseppe Lella, Dirigente della sezione politiche e mercato del lavoro; Antonio Lombardo, responsabile coordinamento progetti sperimentali della Regione Puglia; Fabiano Amati, Consigliere della Regione Puglia. All’esterno della Masseria, tra gli alberi imponenti, i partecipanti hanno avuto una prima occasione per relazionarsi, scegliendo anche il tavolo tematico a cui prender parte. I tavoli tematici hanno avuto luogo all’intero della Masseria Notarangelo, nelle ampie aree che caratterizzano ancora oggi l’antica costruzione. Nelle attività di workshop, attraverso la condivisione di esperienze personali e obiettivi comuni, di problemi presenti e prospettive future, hanno dato forma a nuove idee, nuovi progetti, nuovi spunti di riflessione. Dopo la pausa pranzo avvenuta nella corte della Masseria, i partecipanti hanno preso parte ai seminari tematici:

  • per l’inclusività dal Direttore generale dell’Ambito territoriale sociale n.3 di ASL Brindisi Gianluca Budano;
  • per l’occupazione, Angelo Silvestri, responsabile ANPAL Puglia e Basilicata;
  • per la formazione e il sistema lavoro da Francesco Joseph Pagnelli, in qualità di direttore del Polo Tecnologico Uninettuno Puglia.

Un’occasione importante, che ha permesso ai gruppi di poter tornare alle attività di workshop con maggiore consapevolezza. L’incontro si è concluso – dopo un breve ritorno alle postazioni di workshop – con la restituzione dei risultati in plenaria, momento in cui ciascun gruppo ha esposto la propria idea ai presenti per mezzo di un portavoce. Da una formazione più trasversale ad un’applicazione che aiuti i migranti nell’integrazione, passando per un turismo più consapevole e completo: questi alcuni dei risultati condivisi. Le proposte portate in campo dai vari team diventeranno la base su cui la Regione Puglia potrà costruire il futuro, poiché le idee che provengono da chi i campi della formazione, dell’inclusione e dell’occupazione li vive quotidianamente. La giornata si è conclusa con i ringraziamenti del Presidente del Parco Culturale Gruppo Fortis, il Dr. Giuseppe Pagnelli, rivolti a tutti coloro che hanno permesso che questo evento prendesse vita: «Voglio ringraziare – ha affermato il Dr. Pagnelli – l’ANPAL, l’ARPAL, il Centro per l’impiego, tutti coloro che hanno presieduto i tavoli, Silvia Pellegrini Direttore del Dipartimento Politiche del lavoro, Istruzione e Formazione della Regione Puglia, l’Amministrazione del Comune di Fasano, la Regione Puglia, l’Intesa San Paolo per la collaborazione dei dirigenti che hanno preso parte all’iniziativa e tutti i membri del Gruppo, che hanno lavorato affinché tutto ciò fosse possibile».

Aderisci al progetto

Diventa Partner del Parco Culturale Gruppo Fortis condividendo gli obiettivi e la mission del progetto: diffondere cultura.




    Chat
    Bisogno di Aiuto?
    Ciao,
    come possiamo aiutarti?